PIZZA e FOCACCIA

febbraio 7, 2010

ieri ci siamo dati alla cucina, pizza e focaccia fatta da me e Fungo, venute benissimo grazie all’impasto della MDP cioè la mitica macchian del pane

ho preso 500 g di farina, una bustina di lievito di birra secco, acqua (300ml) sale e olio

poi mentre la macchina del pane (ho l’Alice) impastava ho fatto un bel sugo di pomodoro pelato che ho frullato con il minipimer con uno spicchio di aglio (non ditelo a mio amrito che dice di odiarlo ma ieri si è scofanato più di mezza teglia) e basilico.

quando la macchina del pane ha finito il suo lavoro ho diviso l’impasto in due, una parte l’abbiamo stesa sulla cartaforno leggermente inumidita e ci abbiamo messo sopra semplicemente il sugo e della mozzarella tagliata.

L’altra metà invece l’abbiamo messa sempre sulla carta da forno inumidita e con olio , stesa, poi bagnato tutto con un bel pò di “bagna” fatta di acqua e olio e rosmarino e sale grosso, praticamente era in un laghetto 😛

Messo in forno per 15 min in forno a 200° il risultato è stato FAVOLOSO 🙂

vorrei ora provare con qualche altra ricetta …consigli?

Annunci

GAS-gruppi di acquisto solidali

febbraio 3, 2010

chi se ne intende? la mia avventura con il GAS del mio paese è appena cominciata ma devo riconoscere che per ora è veramente una figata!!

Prima di tutto riesco a dosare molto meglio le cose che compro ed utilizzo, niente sprechi e pranzi (pochi essendo sempre in giro) e cene rigorosamente “studiate”. Poi la verdura e la frutta è ottima!!!

e cosa dire della scelta a km zero? se vogliamo veramente fare qualcosa, cambiare nel nostro piccolo il nostro paese, perchè non incominciare anche da questo? e allora ben venga il pollo del mio vicino o le uova che vengono dal paese accanto. E addio al packaging che non fa che aumentare il volume della nostra spesa a scapito delle nostre spazzatore, tasche e boschi.

Benvenuto GAS


Quando è difficile farli mangiare

gennaio 29, 2010

Certo mi direte che la partenza non è delle migliori ma ieri mi sentivo sicuramente una mamma PERFETTA.
Fungo da circa mezz’ora (MIRACOLO) giocava felice nella sua cameretta, la casa non sembrava come al solito un campo di battaglia grazie all’arrivo della santa Vilma del secchio, mitica colf che settimanalmente arriva a cercare di porre rimedio agli sfaceli che faccio io, il lavoro consegnato. Insomma mi sentivo come al 7° giorno di Sos Tata, PERFETTA.
Cosa cucinare allora? mi sono buttata nella realizzazione di una ricetta particolare ……
L’ AVESSI MAI FATTO………………….
di fronte alla mia realizzazione (bistecca ai ferri con contorno di padellata di verdure, purè di fagiolini e macedonia) è prima partita con una sequela di “SAI CHE ALL’ ASILO ANTONELLA CUCINA QUESTO E QUELLO” per poi mettersi a piangere copiosamente per un’ora, io naturalmente ho urlato, lei pianto ecc
Alle 9 quando il maritino ha varcato la porta di casa credo volesse direttamente fiondarsi fuori dalla finestra.
Cosa avevo sbagliato? forse le cose vanno fatte sempre gradualmente e ad una bambina che ama la pastina e il formaggino forse non è una buona idea lanciarsi in menu da gourmet… vale invece la pena affinare pian piano i suoi gusti, mettendosi il cuore in pace se certe cose poi non vanno..
Oggi allora ho dedicato la pausa pranzo alla ricerca di un aiuto in rete… che ne dite di questo sito? a me piace molto!! Ha delle bellissime ricette accattivanti che non sembrano neanche terribilmente difficili e la scrittrice ha uno humor veramente intrigante.

http://www.ilcucchiainodialice.it/

cosa faccio ci riprovo? o vado di pastina stasera? mmm


oggi cucino…

giugno 7, 2009
homemade biscuits

homemade biscuits

ho deciso di fare una sorpresa ai miei amori
così mi sono buttata a cucinare … AMERICANO!
so che sembra una follia, ma ho sposato un americano convinto e quindi se lo voglio fare felice ogni tanto mi devo buttare in queste follie… quindi oggi….
tacchino al forno
panini al burro salato
insalata di noci
apple pye

vi metto la ricetta dei panini al burro

Ingredienti:

2 cups farina setacciata

2 tsp. lievito chimico

4 tablespoons burro (meglio se di malga o comunque bello saporito)

1/2 tsp. sale

3/4 cup latte

mettete insieme farina, sale e lievito, setacciate bene e aggiungete il burro appena tirato fuori dal frigor e tagliato a cubetti, lavorate e pian piano aggiungete il latte fino ad avere una consistenza di didò (non è detto che serva tutto il latte indicato, andate a naso)
lavorate bene e stendete su di un piano in modo che sia un pò spessina (1 cm)
con un coppapasta o semplicemente un bicchiere tagliate in cerchi (ne vengono circa 12)
mettete in forno ben caldo a 180° per circa 15min o finchè abbiano raggiunto un colore dorato
sono FAVOLOSI